iBox nano 3D printer: La stampante 3D molto più che portatile
3451
post-template-default,single,single-post,postid-3451,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-3,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

iBox nano 3D printer: La stampante 3D molto più che portatile

iBox nano 3D printer: La stampante 3D molto più che portatile

Tutti ricorderanno la guerra al ribasso dei prezzi sulle stampanti 3D lanciate su Kickstarter. Mentre molte aziende lavorano per mantenere costi contenuti, la maggior parte ha cercato di puntare sulla qualità, rallentando così la corsa verso il basso dei prezzi.
iBox, società con sede a Melbourne (Florida), ha riaperto la guerra al ribasso con la sua nuova stampante desktop iBox Nano 3D printer, portatile ed economica che sfrutta la tecnologia della stereolitografia (SLA).

La stampante è dedicata ad un pubblico consumer che necessita di una macchina poco ingombrante da tenere sulla scrivania e facile da utilizzare. La tecnica di stampa si basa su una resina con polimerizzazione mediante raggi UV che offre molti vantaggi in più rispetto alla classica tecnologia con deposito di filamento fuso.
Leggera e compatta La nano pesa appena 1,1kg ed è così piccola da poter essere tenuta in una mano ( è grande 85 x 100 x 235 mm). Ha un’area di stampa di 40 x 20 x 90 mm risoluzione X-Y di 328 micron e una risoluzione Z di 0,39 micron. Per essere più competitiva nel mercato delle stampanti SLA iBox ha inventato una nuova tecnologia basata sulla stereolitografia ma, al posto di usare un laser, utilizza un LED UV (più duraturo rispetto al laser) che permette alla stampante di essere più economica, più piccola e più silenziosa.

La Nano 3D è dotata di connessione wifi e non richiede software di installazione, inoltre può essere comandata tramite Smartphone. Questa stampante non è la solita macchina da scrivania: dotata di una batteria esterna opzionale può anche stampare in mobilità fino a 20 ore.

Il Fondatore di iBox, Trent Carter afferma:

“Non vogliamo migliorare la stampa 3D, abbiamo deciso di rimuovere le barriere per permettere alla stampa 3D di arrivare a tutti. Queste barriere comprendono il costo, le dimensioni, il rumore, e la complessità. Questo è il motivo per cui abbiamo creato la stampante 3D più piccola, silenziosa e conveniente al mondo. Così incredibilmente facile da usare che chiunque può iniziare a stampare entro 10 minuti dall’unboxing. Nessun montaggio, nessuna messa a punto, e nessun download di software.”

La stampante 3D iBox Nano è disponibile su Kickstarter.