Osteroid - L'ingessatura si fa in 3D - Fare3D
2384
post-template-default,single,single-post,postid-2384,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-3,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Osteroid – L’ingessatura si fa in 3D

Osteroid – L’ingessatura si fa in 3D

Osteroid è nuovo prototipo che unisce stampa 3D e impulsi a ultrasuoni per creare un’ingessatura che non è solo confortevole, traspirante ed elegante da indossare ma prevede di accelerare il processo di guarigione rispetto alle opzioni esistenti.

Bella e facile da togliere l’ingessatura è ben ventilata riducendo al minimo odore e prurito, è impermeabile e permette ai pazienti di non doversi più preoccupare delle docce e dell’acqua e soprattutto è su misura per un utilizzo ancora più confortevole.

Cosa distingue però il progetto del designer Deniz Karasahin, vincitore del A’ Design Award (noto concorso nato per scoprire nuovi talenti tra designer, innovatori e aziende), da altri progetti simili?

Gli ultrasuoni. il Generatore LIPUS (low – Intensity Pulsed Ultrasound ) invia, attraverso l’ingessatura, gli ultrasuoni nella zona ferita che permettono un’accelerazione nella rigenerazione del tessuto osseo danneggiato.

“per le singole sessioni giornaliere di 20 minuti questo sistema promette di accelerare fino al 38% il processo di guarigione”.

Questo dispositivo ha bisogno di un contatto diretto con la pelle del paziente per funzionare, e di conseguenza il suo utilizzo non è possibile con le ingessature convenzionali quindi, Karasahin, ha deciso di stamparlo in 3D usando come materiale l’ABS.