Oxfam Open Design Project - Fare3D
2497
post-template-default,single,single-post,postid-2497,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-3,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Oxfam Open Design Project

Oxfam Open Design Project

Oxfam, organizzazione incaricata di eliminare la povertà nel mondo, ha deciso di collaborare con il servizio di stampa 3D MyMiniFactory per sviluppare progetti stampabili in 3D per risolvere una serie di problemi che affliggono tutte le persone degli stati più poveri.

Oxfam ha bisogno di soluzioni progettuali per risolvere particolari problemi che si verificano durante le emergenze umanitarie;
dato che i processi di progettazione e di approvvigionamento tradizionali sono inefficienti stanno cercando prodotti su misura che possano essere progettati, prodotti e testati sul campo in breve tempo.
Il compito di iMakr è quello di facilitare, attraverso MyMiniFactory, questo processo arrivando a più persone e makers possibili e stampare i prototipi per permettere ad Oxfam di testarli.
Il progetto si compone di una serie di sfide in cui Oxfam esporrà un problema reale e ne darà tutte le specifiche. Ogni utente dovrà elaborare una propria soluzione ed inviarla.
La prima sfida riguarda l’igiene delle mani per i profughi Siriani: si dovrà immaginare un dispositivo di lavaggio mani che incoraggi l’igiene e riduca al minimo lo spreco d’acqua.
Le specifiche includono diverse restrizioni , che vanno dalle funzionalità al look and feel.
Le proposte possono essere inviate per la valutazione direttamente dal sito.